Booking.com

Karon Beach è la terza spiaggia più lunga di Phuket (5 km di lunghezza), con sabbia bianca e fine.

All’estremità nord, di fronte al lago, la spiaggia è solitamente deserta, rendendola un ottimo posto dove andare se si vuole una spiaggia tutta per se’.
L’estremità meridionale, vicino a Kata, tende ad essere più affollata ma, essendo una spiaggia così grande, non è difficile trovare il proprio spazio.

Durante l’alta stagione (da Novembre ad Aprile), ci sono pochissime onde e l’acqua diventa cristallina.
Nella stagione dei monsoni di sud-ovest (da Maggio a Ottobre) possono esserci pericolose onde e correnti e, mentre troverete sempre dei bagnini nelle loro stazioni, è meglio prendere nota delle bandiere di avvertimento e stare molto attenti.

Le tartarughe marine sono occasionali visitatori notturni, che depongono le uova nella sabbia di notte. Se vi capita di vedere tartarughe o le loro tracce e’ bene informare il proprio hotel il quale contatterà il Centro Biologico Marino di Phuket che incuberà le uova in sicurezza.

Karon Beach non è così popolare tra i surfisti. Con banchi di sabbia che cambiano costantemente, non è sicuramente un luogo ideale. Tuttavia, si può sempre provare quando ci sono piccole onde e niente vento. I venti sono leggeri e mutevoli e le onde arrivano fino a 2 metri.

Lo snorkeling può essere praticato fra le rocce dell’estremità sud della spiaggia. L’attrezzatura può essere affittata sulla spiaggia.

La pallavolo è popolare quando il sole inizia a scendere, con reti e campi disponibili all’incirca nella parte centrale della spiaggia.

Rispondi